Banner

mercoledì 16 dicembre 2009

Acri-16/12/2009: Lettera di Natale ai miei genitori" di Anna Algieri

LETTERA DI NATALE
AI MIEI GENITORI

Buon Natale, papà! Buon Natale, mamma!
Oggi, nel gran giorno della luce, nasce in me la malinconia più triste,
perchè per me non c'è più risposta.
Il silenzio della malinconia mi porta indietro nel tempo, a quando,
ancora ragazza, aspettavo il lieto evento. Era la festa più bella, in
cui il freddo più gelido diventava calore d'amore, nessuno era assente
alla cena della sera di Natale. La tavola era imbandita con pietanze
diverse per 13,9 o 5 persone. si aveva premura di mettere la letterina
sotto il patto con la fatidica frase: "Io chiudo il bigliettino e tu
apri il portafoglio".
Dopo si doveva baciare la mano a papà e a mamma perchè ci impartissero
la benedizione: " Sii benedetta, figlia mia".
Ci si scambiava gli auguri con gli altri della famiglia e iniziava la
cena, fatta a base di pesce e frittura varia. La frutta era più
diversificata e veniva messa nel grande cesto. Nella notte santa
s'aspettava il suono delle campane che annunciavano il grande evento.
si correva in chiesa, mentre nella piazza veniva acceso il grande fuoco
e i ragazzi intorno ascoltavano le zampogne tra fuochi d'artificio e
scoppi vari. Nel presepe, preparato con grande gioia, veniva a regnare
in mezzo a noi il Redentore!
Che gioia, che contentezza! Era nato nei nostri cuori l'amore più
grande, l'amore più bello: era la notte del Santo Natale.
oggi restano i ricordi perchè, miei amati genitori, non ci siete più,
ma il vostro esempio e il vostro amore resteranno in eterno, perchè
nesuno mai mi porterà via la vostra benedizione e io continuerò ad
amarvi.
Vi mando gli auguri più sentiti di Buon Natale! Sento che da lassù, in
cielo, due stelle brillano per me e dicono" Benedetta, figlia mia".
Acri, S.Natale 1996

Anna
Maria Algieri

1 commento: